sabato 20 settembre 2008

  • 20 Settembre 1870
  • Le truppe Italiane entravano a Roma e mettevano così fine al potere temporale del papa,a quello stato pontificio degli orrori che aveva occupato per secoli una città Italiana e,tenendo la popolazione sotto lo spauracchio della religione cattolica,aveva oltrepassato il limite di decenza e giustizia accettabile troppe volte perché qualcuno potesse ancora credere all'infallibilità del papa-re.

  • Le mura Aureliane,dopo molte ore di cannoneggiamento da parte dei bersaglieri nostrani,cedettero,e quella breccia rimane ancora oggi da monito.
  • La breccia di porta Pia,che molti Italiani nemmeno conosconono.

  • Già,perché nelle scuole,quando si arriva a studiare l'unificazione d'Italia,la maggior parte dei libri omettono di ricordare che l'unificazione d'Italia avvenne combattendo contro il Vaticano,non dicono che il papa-re di turno,
  • Pio IX,

  • dapprima si dichiarò "prigioniero"dello stato Italiano,

  • dopo emanò una "bolla papale",il "Non-expedit",

  • dove"consigliava" ai cattolici di non partecipare alla vita politica Italiana.

  • La breccia di porta Pia,che come solo vizio potrebbe avere,per chi come me si fregia del titolo di "anticlericale e mangiapreti",di aver tralasciato di entrare nei palazzi del papa e processarlo per crimini contro l'umanità,lui e tutti i suoi predecessori.

  • La breccia di porta Pia,

  • oggi rinnegata dai politici venduti di uno stato che nel XX secolo prendono le loro direttive dal papa-re,che oggi si fà chiamare e loro chiamano "maestro e guida spirituale della maggior parte della popolazione Italiana",quei politici traditori dell'unificazione d'Italia,traditori di Mameli,di Garibaldi,di Cavour,di Mazzini,uomini e politici con le palle d'acciaio,da destra a sinistra,altro che la nostra manica di impotenti in tutto,soprattutto di fronte alle ingerenze dello stato estero Vaticano,impotenti quando non palesemente accondiscendenti.

  • 20 Settembre 1870,una data che non ha più alcuna rilevanza a livello nazionale,e per la maggioranza degli Italiani,caduta nel dimenticatoio fra l'apatia,non ricordata nemmeno da un giorno di festa all'anno.

  • Oggi,20 Settembre,porgo i miei auguri a tutti gli Italiani democratici,laici e di libero pensiero,a tutti gli Italiani che non dimenticano,a tutti coloro che si indignano del medioevo fascista in cui è sprofondata l'italia.

  • Oggi,20 Settembre 2008,schiava del regime clerico-fascista,ma con la voglia insistente e opprimente di lottare veramente,di tornare su quelle mura e dare il mio contributo per il lavoro "lasciato a metà",segnalo questo e queste. Ricordando anche,ancora una volta,l'appuntamento con la giornata nazionale dello sbattezzo,fra poco più di un mese,il 25 ottobre,

  • Sbattezziamoci per dire no a chi vuole oscurare il ricordo ,calpestare la memoria di chi lottò per lo stato laico Italiano,sbattezziamoci per continuare a lottare e non arrenderci alla teocrazia Italo-vaticana.

2 commenti:

natale ha detto...

Grande Anticlericale... Continua così... E Sbattezziamoci tutti...

PS. Ti saluto visto che domani parto e non dove vado non avro' il pc per poter passare a leggere i blog amici... Quindi ti lascio un saluto... E Un abbraccio... Ma stai tranquilla ogni tanto un giro me lo vengo a fare da un qualsiasi internet point di Modena... CIAO!!!

Anticlericale89 ha detto...

@ Natale

Buon viaggio :):):)

Come canterebbe Baglioni

"Buona fortuna a te che te ne vai"

Io continuo così,continua anche tu ogni tanto eh ;)

Ciao,un abbraccio anche a te,e salutami Modena :)