martedì 29 luglio 2008

Bush approva pena capitale per un soldato americano Il presidente americano George W. Bush ha approvato l'esecuzione di un militare condannato a morte per omicidio e stupro nel 1988.

  • Che nella Cristianissima America la pena di morte sia una prassi comune è noto.
  • Che il Cristianissimo presidente Bush non abbia mai posto un veto su una condanna a morte altrettanto.
  • Ma in questo caso il Cristianissimo che poche settimane fà passeggiava nei giardini vaticani col fà di più.
  • Dà la sua autorizzazione in maniera formale.
  • Non si tratta più di cause civili dove si rifiuta di sospendere la sentenza,quì si tratta di una vera e propria autorizzazione.
  • A uccidere un uomo.
  • Lo stesso presidente ferocemente antiabortista che nel 2002 ha tagliato i fondi all'UNFPA,sostenendo che quest'ultimo era favorevole all'aborto(fonte Wikipedia).
  • Lo stesso presidente antiabortista che nomina suoi ministri gente che potrebbe stare bene soltanto nel movimento per la vita.

  • Lo stesso Bush che incontrò sia Giovanni Paolo II sia Benedetto XVI promettendo "sforzi per tutelare la vita"?

  • ma forse con vita intendeva quella di 2 giorni o 2 mesi che rompe le scatole a chi non la vuole,non quella di gente viva e autonoma che soffrirà le pene dell'inferno in attesa di essere mandato su una sedia elettrica dove soffrirà ancora di più,dato che le famose "iniezioni letali" non sembrano dare nessuna garanzia sul fatto che il condannato non soffra poi le pene dell'inferno.

  • Ma d'altronde Bush può stare tranquillo,Benedetto XVI non si arrabbierà,d'altronde per arrabbiarsi prima dovrebbe fare almeno un discorso di condanna verso la pena di morte,e attualmente non risulta sia impegnato molto su questo fronte.

  • Certo,si impegna su altre cose.
        • Come mandare i suoi scagnozzi a girare per blog e censurare banner e siti minacciando querela,oppure a rompere le scatole a me se mi si rompesse un preservativo e prendessi il Norlevo,eh già sarei un assassina spietata,potrebbero addirittura mandare me sulla sedia elettrica.

        • Ah già,e poi sappiamo che il "santo"padre è anche molto preoccupato per la vicenda Englaro,e a esprimere preoccupazione perchè finalmente è rispettata la volontà di Eluana.

        • Insomma con tutto questo lavoro come potrebbe dire 2 paroline nell'orecchio all'amico Bush?

        • E non dimentichiamo poi che adesso è in vacanza.

        • Da Bressanone augura buone vacanze a tutti coloro che non se le possono permettere mentre nello stesso momento la provincia e il comune fanno i conti per vedere quanto gli costerà la gentile visita del papa,che ovviamente è ospite non pagante.

        • Benone.Mi domando però quanto tempo passerà prima della prossima predica contro aborto,eutanasia,ricerca scientifica ecc.

        • E mi domando se qualcuno gli farà notare quanto non abbia nessun titolo per poter pontificare di rispetto della vita se prima non condannerà Bush per questa sentenza.

        sabato 26 luglio 2008

        • Questo banner,al tempo stesso delizioso e orribile

        • (non si può certo dire che il nostro amato pontefice abbia una bellissima faccia,a meno che non si sia in possesso di una dose di coraggio francamente esagerata...giusto la Binetti e forse Capezzone dopo esser stato folgorato sulla via di Damasco potrebbero arrivarci...),

        • comunque,questo banner è stato censurato dopo una minaccia di querela da parte di esponenti della chiesa cattolica(il minuscolo non è per errore o fretta..).

        • Ma molti blogger anticlericali dotati di lungimiranza lo hanno salvato nelle immagini personali e dunque sono felicissima di potervelo riproporre.

        • Adesso diciamocelo,a parte per la faccia

        • (che comunque suggerisco di inserire nell'elenco delle "armi di distruzione di massa,magari gli Americani corrono a dichiarare guerra al Vaticano),

        • vi sembra un operazione di "terrorismo"?

        • Io sono una terrorista?

        • Come Enrico De Pedis,boss della banda della Magliana che dopo aver commesso reati che vanno dalla rapina a mano armata all'omicidio venne ucciso nel 1990 da bande rivali e riposa attualmente e da parecchi anni nella cripta di Sant’Apollinare?

        • Ok buon Bakunin,ma se Enrico De Pedis era un terrorista e adesso riposa in una chiesa a poca distanza dal Vaticano sarà davvero il caso che smetta!!

        • Non voglio ritrovarmi nelle stesse condizioni,seppellita per l'eternità in una chiesa mentre intorno a me i preti cantano messa!!

        • Ma forse lui non era un terrorista.

        • Già,avrà commesso soltanto qualche omicidio,qualche rapina,qualche sfruttamento della prostituzione dai,come fà il Vaticano a negargli funerali religiosi e riposo eterno in un luogo che per loro definizione dovrebbe essere sacro.

        • Welby invece...non era proprio il caso di concedergli un funerale "cristiano".

        • Per chi mette un banner sarcastico poi bisogna riaccendere di nuovo i roghi.

        • In fondo non possono passare tutto il giorno a condannare il terrorismo islamico o quello cristiano in America dove è spaventoso il numero di medici abortisti uccisi dai "difensori della vita"che da bravi devoti uccidono per dimostrare quanto amano la vita soprattutto quella altrui e non prona agli stessi loro valori,no il Vaticano non può nemmeno perdere troppo tempo a pensare alla pace del mondo,alle persone che muoiono di fame e che sicuramente avrebbero più bisogno che il Papa svuotasse lo IOR e non per comprare le scarpette rosse di Prada,che poi si sà che rossi sono il diavolo e i comunisti ateacci quindi...

        • Adesso mi aspetto come minimo 15 anni di carcere per aver ripubblicato il banner,
        • in fondo io me li merito tutti mentre è ovvio che per esponenti del clero Berlusconi non li meriti e possa rendersi immune per legge in tutta tranquillità dato che nessun alto prelato gli ha dato contro in maniera molto significativa
        • (il che sarebbe un buon segnale se volesse dire che cominciano a pensare agli affari interni loro e non più ai nostri).

        • Eh certo,sono occupati a vagare nei blog anticlericali e invece di confrontarsi scappano a piagnucolare dalla mammina,la Polizia Postale.
        • O meglio,lo staterello Italiano che permette che avvengano casi tanto al limite del ridicolo.
        • Comunque nel mio caso non possono nemmeno appigliarsi al reato di diffamazione come hanno minacciato al burbero,perchè io:

        • 1) SONO MOLTO ABORTISTA.NON DIFENDO LA LEGGE 194 PERCHé PENSO SIA IL MALE MINORE MA PERCHé RICONOSCE UN DIRITTO SACROSANTO(asp,é MEGLIO LAICOATEO)

        • 2)SONO PER LIBERA EUTANASIA

        • 3)HO SIMPATIA PER I MOVIMENTI SOCIALISTA;COMUNISTA E RADICALE.

        • 4)FESTEGGIO IL 20 SETTEMBRE.

        • 5)SONO PER I MATRIMONI GAY;I PACS;LA CONTRACCEZIONE.

        • 6)SOSTENGO TUTTO QUESTO NEL MIO BLOG

        • Per tutti questi motivi dire che il papa condanna il mio blog non è diffamazione di sua santità ma è la pura e semplice verità secondo quanto stabilito dagli stessi uomini di potere di chiesa.

        • SI CHIAMA SCOMUNICA LATAE SENTENTIAE.

        • Quindi io non stò diffamando proprio nessuno.
        • Anzi mi sento diffamata da chi dice che il papa non scomunicherebbe il mio blog;dopo che ci perdo del tempo voglio almeno avere la soddisfazione di essergli molto antipatica.

        • Cordialmente e anticlericalmente più di prima.

        mercoledì 23 luglio 2008

        • Censurati i papabanner!!!!!!!!
        • Sicuramente chi legge su questo blog conoscerà i meravigliosi "PapaBanner",creati da Il Burbero Scontroso.
        • Per chi non li conoscesse,sono delle immagini di Ratzingher
        • (lo sò che vi state chiedendo come possa definirli "meravigliosi",ma abbiate "fede" e andate avanti)
        • con sù la scritta
        • "Sito Scomunicato" oppure "
        • Il Papa condanna questo Blog",
        • da apporre negli eventuali propri siti a tema ateo,anticlericale o comunque lontano dai dogmi dei "gran signori"d'oltretevere.
        • Una ragazzata goliardica,per rivendicare con forza e orgoglio i propri ideali,in un paese che,
        • troppo occupato a rimpinzare la maggioranza cattolica
        • (o meglio,a rimpinzare le gerarchie in cui questa maggioranza si riconosce),
        • dimentica spesso di dover tutelare anche il libero pensiero ateo,
        • i diritti di chi non è conforme alla dottrina cattolica ecc.
        • Ebbene,sembra che le gerarchie ecclesiastiche abbiano detto NO!!
        • A quanto pare un manipolo di persone facenti parte a quell'organizzazione denominata Chiesa Cattolica Apostolica Romana,incapaci di accettare l'affronto che vedono in un gruppo di persone che si auto proclamano orgogliosamente fuori dalla loro chiesa,e per di più completamente sprovvisti di senso dell'ironia,hanno minacciato querela all'autore dei bannerini.
        • Per la precisione si sono rivolti alla polizia postale,che personalmente non vedo cosa cazzo ci azzecchi con internet,ma a quanto pare i solerti poliziotti hanno velocemente contattato l'amministrazione del sito che ospitava i banner,informando che "esponenti della curia minacciavano querela"nel caso in cui i papabanner avessero continuato a fare bella mostra di sè.
        • Comica la motivazione:
        • Sembra diffamatorio che il Papa scomunichi siti che parlano di temi laici e atei.
        • Ahahahahahahahahahahahahaahahahahahhahaahahahhahah!!!
        • Rido e piango contemporaneamente.
        • Diffamatorio??
        • Ma veramente io ero a conoscenza di alcune postille riguardanti proprio la scomunica,per la precisione la "scomunica latae sententiae ".
        • Riporto quì da Wikipedia:
        • E' scomunicato automaticamente: chi ricorre all'aborto ottenendo l'effetto voluto e chi procura tale aborto.
        • Attualmente la remissione di questa scomunica è stata riservata al vescovo, il quale può decidere se e quali sacerdoti hanno l'autorizzazione per rimetterla; chi è responsabile di apostasia, eresia e scisma.
        • Secondo il decreto del Santo Uffizio del 28 giugno 1949
        • (Scomunica ai comunisti) è automaticamente scomunicato:
        • Chi è iscritto al partito comunista.
        • Chi ne fa propaganda in qualsiasi modo.
        • Chi vota per esso e per i suoi candidati.
        • Chi scrive, legge e diffonde la stampa comunista.
        • Chi rimane nelle organizzazioni comuniste: Camera del Lavoro,
        • Federterra, Fronte della Gioventù, CGIL, UDI, API, ecc.
        • Non risulta che la scomunica sia stata abolita.
        • Quindi,chi è apostata è automaticamente scomunicato.
        • Toh,guarda un pò,se uno mette il banner sul suo blog è perchè è un apostata no?e per di più in buona parte dei casi difende le leggi sull'aborto.
        • E spesso è anche comunista,o socialista,o anarchico,insomma tutte categorie AMATE dalla santa sede.
        • Quindi,se chi mette il banner è un apostata e il papa scomunica latae sententiae gli apostati,qualcosa non mi torna quando qualcuno afferma che è diffamatorio dire che il papa scomunica i siti e i blog a tema ateo e anticlericale.
        • Ma non essendo io un ecclesiastica forse qualcosa mi sfugge.
        • Qualcosa di grosso.
        • Adesso credo che la cosa migliore da fare sarebbe di autodenunciarci tutti.
        • Sarebbe un iniziativa interessante,l'unione fà la forza ha detto qualcuno.
        • Perchè io non riesco nemmeno a concepire dove andremo a finire se si permette a istanze come queste di andare aventi indisturbate.
        • Oggi hanno minacciato una querela a un ragazzo autore di banner "sgraditi"a qualcuno.
        • Domani denunceranno tutti noi in quanto i nostri blog sono "irrispettosi verso il comune sentire Italiano","di contenuti dal dubbio contenuto morale(il metro della valutazione della nostra morale,e quindi dei nostri blog,sarà quello Cattolico Of Course) ecc.
        • Autodenunciarci sarebbe l'antitodo migliore,tanto più che una causa come questa la si smonta a occhi chiusi anche volendo usare semplicemente le loro "armi"(vedi prima,paragrafo Scomunica latae sententiae).
        • E'pur tristemente vero che siamo in Italia,e quindi per assurdo potrebbe accadere che ci ritrovassimo condannati,ma in tal caso non si potrebbe ricorrere a qualche organo dell'unione Europea?
        • Intanto approfitterò del fatto di avere molti amici e conoscenti avvocato per saperne di più su questo specifico caso,sperando che mi prendano sul serio e non si mettano a ridere di fronte a un caso talmente ridicolo.
        • Ma magari è la volta buona che si decidono a sbattezzarsi.
        • Intanto lascio quì l'URL del Burbero,http://burbero.splinder.com/
        • per chi volesse approfondire la questione.

        martedì 15 luglio 2008

        • Eluana, Bagnasco (Cei): una sentenza non può mettere fine a vita

        • Il presidente dei vescovi italiani, Angelo Bagnasco, ha espresso oggi preoccupazione perché Eluana Englaro, la donna da 16 anni in stato vegetativo, potrebbe morire per effetto di una sentenza della magistratura.
        • "Non possiamo tacere che si tratta di un momento delicato, difficile, drammatico: se si dovesse procedere a una consumazione di una vita per sentenza"ha detto in una conferenza stampa il capo della Cei da Sydney, Australia,dove accompagna il Papa per la Giornata mondiale della gioventù.

        • Il presidente dei vescovi Italiani commenta.E va benissimo.

        • Mi domando solo perché la sua opinione valga più della mia.

        • Perché se un vescovo parla da cittadino Italiano ci stà che parli,ma il suo parere e il mio hanno lo stesso peso in qualunque ambito.

        • Se invece il presidente dei vescovi Italiani non apre bocca in qualità di cittadino Italiano,ma bensì lo fà in qualità di alto grado istituzionale di uno staterello(abusivo per di più,dato che non paga le tasse)estero,seppur adiacente all'Italia,dovrebbe essere trattato per come merita:

        • a pesci in faccia.

        • Oppure dovrebbe essere ignorato.

        • Ovviamente le sue parole,come sempre quando un ecclesiastico apre bocca,trasudano arroganza e presunzione da ogni parte.

        • Non si vogliono rassegnare,loro,al fatto che noi siamo indipendenti dalla loro volontà,
        • gli mancano i bei tempi gloriosi in cui potevano bruciarli in piazza,i cattivacci relativisti come noi.

        • Nella loro corsa all'incazzatura(sembrano tanti cani idrofobi)gli "uomini di dio",quelli che vivono di carità,comprensione,delicatezza d'animo ecc,non si preoccupano di non dimostrare il minimo rispetto per chi soffre da tanti anni e,nonostante tutto,combatte la sua battaglia a testa alta:Beppino Englaro.

        • Che si comporta da padre,lottando per poter compiere il gesto d'amore più importante che si possa fare:lasciare andare via dignitosamente sua figlia,senza preoccuparsi dei giudizi che potrebbero ricadere su di lui.

        • Ma cosa ne può capire un vescovo di ciò?
        • Il loro amore divino gli impedisce di occuparsi dei più semplici sentimenti umani.

        • Così dato che il loro malvagio dio nel suo malvagio libro sacro predica dolore,sofferenza e disperazione,loro si sentono in dovere,e cosa ancor più grave e preoccupante in "diritto",di fare sperimentare cotanto amore spirituale a tutti.

        • Giusto,per loro dovremmo essere tanti piccoli Giobbe,umili sottomessi e rassegnati,ma soprattutto"passivi" a ogni cosa,specie se riguarda la nostra vita,i nostri affetti,
        • i nostri desideri,le nostre ambizioni,i sogni.

        • In confronto al loro diritto di dominare su tutto ciò di intimo e prezioso
        • abbiamo,la nostra volontà di scegliere di evitarci e evitare sofferenze inutili alle persone che amiamo non vale niente.
        • Tanto il loro dio,nel caso remoto esistesse,che spiegazioni avrebbe bisogno di dare a Eluana e Beppino Engluaro,a Piergiorgio Welby,a Luca Coscioni e a tutti coloro che vivono o hanno vissuto simili situazioni?

        • Nessuna spiegazione.

        • E qualora qualcuno la richiedesse sarebbe subito spedito a rosolare all'inferno.
        • E' un dio d'amore e misericordia!!

        • Ma se io mi trovassi in una situazione simile,e dio esistesse,quando me lo troverei davanti una spiegazione la pretenderei.
        • E una spiegazione seria e esauriente,altro che sproloqui sul senso e l'essenza.

        • Perché questi ecclesiastici non si chiudono nelle loro chiese,si mettono dinanzi ai loro crocifissi d'oro,e pregano un pò per chi si trova in situazioni tragiche,dato che sono così convinti che esista un dio,di cui loro sono gli intermediari,che è buono e misericordioso?

        • Ma ci credono veramente poi?

        • E allora che bisogno hanno di imporre a loro tutto ciò che questo comporta?
        • La loro fede è talmente debole da andare in crisi se c'è gente che non ne segue i precetti?
        • Dicono che il relativismo è pericoloso per il mondo?
        • Ma se un dio esiste,ed è onnipotente come dicono,non dovrebbe temere le nostre "infami macchinazioni".

        • Ma se un dio esiste saprà mai giustificarsi per tutto questo?
        • Rimango col dubbio,che in realtà è anche una risposta...

        sabato 12 luglio 2008

        • Piazza Navona, si muove la procuraAperto fascicolo sul "No Cav Day" Dopo le polemiche si muovono i magistrati. La procura di Roma ha aperto un fascicolo sui fatti avvenuti l'8 luglio scorso durante la manifestazione "No Cav Day" in piazza Navona. Il fascicolo è, al momento, privo di ipotesi di reato ma, al vaglio del procuratore Giovanni Ferrara, ci sono già alcuni filmati degli interventi, tra gli altri, di Sabina Guzzanti e Beppe Grillo, fatti durante la manifestazione. Gli inquirenti dovranno valutare se siano configurabili ipotesi penalmente rilevanti per i riferimenti fatti nei confronti del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di Benedetto XVI e del ministro Mara Carfagna. Sarà poi il ministro della Giustizia a dover autorizzare, secondo quanto previsto dall'articolo 290 del codice di procedura penale, lo svolgimento delle indagini.

        • Il grande successo della manifestazione NO CAV Day,e soprattutto l'intollerabile affronto che ci siano delle persone che vogliono impedir loro di farsi i cazzi loro liha fatti imbufalire un pò tutti,da destra a(pseudo)-sinistra.
        • Ma soprattutto li ha fatti tutti imbufalire il fatto che dalla piazza si siano levate voci critiche nei confronti del loro santo padre.E già quì c'è da ridere o da piangere,dipende dal grado di senso dell'umorismo personale(Io alterno a intervalli regolari).
        • La cosa di cui tutti parlano non è del fatto che c'è un'opposizione che và a braccetto con un governo mafioso e in due si fanno i loro lodi blocca processi per alte cariche dello stato.
        • No,signori la notizia del giorno è che si è insultato il papa.

        • A parte il fatto che si chiama satira,non c'è da scommettere un cent sul fatto che se in piazza avessero insultato un qualunque altro capo di stato straniero si sarebbero levate queste reazioni indignate.
        • Anzi,io immagino che se avessero insultato Zapatero qualcuno avrebbe anche detto che ci poteva stare,che è la reazione del mondo cattolico alla deriva relativista e bla-bla-bla-bla-bla.
        • Invece,si parla del papa e tutto passa in secondo piano.

        • Anche il fatto che per un'attrice che manda all'inferno il papa ci sono ogni giorno sui nostri telegiornali papi,vescovi,cardinali,preti e gente clericale varia che dicono che

        • gli atei andranno all'inferno,
        • che gli omosessuali andranno all'inferno,
        • che chi usa anticoncezionali andrà all'inferno,
        • le donne che abortiscono andranno all'inferno,
        • gli scienziati andranno all'infeno

        • e giù di lì.

        • Ma in questi cai non si indigna nessuno,nessuno minaccia querele,nessuno parla di "terrorismo".
        • E allora facciamolo noi.

        • Quereliamo il pontefice.
        • Non stò affatto scherzando.
        • Ma naturalmente non mi illudo che lo condannino;quando conviene a lui non è guida spirituale,ma diventa capo di stato estero.

        • Che sarebbe naturale e gradito se ne restasse all'estero,a rompere le scatole ai suoi sudditi.

        • Ma perchè non portare avanti un azione significativa,anche se inutile,se non altro per battere un colpo,per dimostrare ai nostri politicanti e a lui che NOI siamo liberi e non siamo pecoroni??
        • Per manifestare qualcosa di così importante come la nostra autodeterminazione,la nostra dignità?

        • Non parlo di azione legale nel senso proprio del termine,le azioni legali costano e il portafogli piange.

        • Ma diamoci da fare in un qualunque modo,per diamine,se davvero Sabina Guzzanti sarà processata per le sua parole e il suo condivisibile augurio a Ratzingher(anche se da atea non credo al diavolo nè all'inferno...ma agli omosessuali SI!!)