giovedì 29 maggio 2008

  • Partiamo dal presupposto che il neo-eletto sindaco di Roma,ex missino condannato in passato per cosuccole da niente,qualche pestaggio,niente di particolarmente allarmante,ha detto oggi che "nelle università vige una cultura di estrema sinistra,che e'la causa delle recenti aggressioni ai danni degli studenti della Sapienza da parte di militanti di Forza Nuova...
  • (vabbe',non ha detto proprio cosi'ma io sono un tipo che si sforza di leggere fra le righe,anche se sottili,e poi:gli studenti della Sapienza??quelli che se li bagni con l'acqua santa fumano?
  • (Parole e forse in futuro atti di Livio Fanzaga)."

  • Quelli che impedirono al (loro) santo padre di parlare?

  • Ricordandogli che se parlava non tutti lo avrebbero applaudito??

  • che affronto,questi ateacci sinistroidi che vanno in giro armati di spranga
  • (gli Ateiii eh?!?!?)a menare ogni miserab...ehm...caritatevole prete che incontrano...merita una lezione questa culturaccia atea e sinistroide,quindi e'colpa loro se sono stati aggrediti,noi invece siamo tutti buoni e gentili,non si azzardino a contraddirmi o saranno sprangati)...

  • Dicevo...Partendo dal presupposto che l'ex missino oggi sindaco della capitale Italiana suppone che la colpa sia degli aggrediti in quanto contestatori papali e tutti
  • (tutti eh??un ateo anticlericale di destra non esiste in tutto il territorio Italiano,NoNoNo,e'colpa(ancora)dei comunisti,in Italia i Fascisti sono buon...ehm,volevo dire,NON ESISTE IL FASCISMO IN ITALIA!!!),
  • dicevo tutti di sinistra

  • arriviamo a un altro(sempre sindaco) fine conoscitore della Costituzione Italiana(vi dice qualcosa questo nome politicanti?Ehy,cos'e' questo silenzio???))

  • Parlo del genio Lino Ravazzolo,sindaco di Teolo,comune in provincia di Padova,dove giorni fa'una dirigente scolastica,evidentemente informata su quello che stabilisce la Costituzione in merito ai riti di culto in orario scolastico,
  • e' prontamente intervenuta per impedire al parroco del paese,
  • Don Claudio Savoldo,di fare recitare una preghiera di gruppo a una classe,dove si presume logico potessero essere presenti alunni non appartenenti al credo cattolico.

  • Ovviamente la dirigente non ha impedito agli alunni cattolici di recitare il "Padre Loro",ha semplicemente detto che la preghiera non si configurava come atto di culto collettivo da parte degli studenti,non essendo quella la sede legittima per atti di culto,ma bensì come atto individuale.

  • Un affronto intollerabile per il clericosindaco,che adesso dichiara stizzito:

  • Tutto può essere stato animato dalla volontà di salvaguardare gli studenti ma alla fine è nata una discriminazione per tutte quelle persone che non avevano alcun problema a pronunciare il "Padre nostro".

  • Non prenderemo alcun provvedimento ma è chiaro che una cosa del genere non deve accadere mai più.

  • Se fossimo in Tibet avremmo benedetto i mezzi della Protezione civile in un altro modo, ma qui in Italia, la nostra religione e le nostre tradizioni ci impongono la preghiera .

  • Parole che,oltre a essere offensive per coloro che non professano alcuna religione o ne professano una diversa da quella cattolica,suonano come un intollerabile oltraggio alla Costituzione Italiana,che in merito dice questo:

  • Articolo 7
  • Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti, accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.

  • Articolo 8
  • Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

  • Inoltre:All' Art. 1
  • Si considera non più in vigore il principio,originariamente richiamato ai patti lateranensi,della religione cattolica come sola religione dello stato Italiano.

  • E sarebbe da ricordare al sign. Ravazzolo la seguente sentenza del T.A.R. datata 17 Giugno 1993
  • T.A.R .EMILIA-ROMAGNA (BOLOGNA) - SEZ. II - 17 GIUGNO 1993, N. 250
  • Lo svolgimento di riti o pratiche religiose e, in generale, il compimento di atti di culto non rientrano fra le attività extra scolastiche di cui all’art. 6, II comma, lett. D) e F) del D.P.R. 416 del 1974. é pertanto illegittima per violazione e falsa interpretazione ed applicazione della legge la delibera del Consiglio di Circolo scolastico che consente lo svolgimento di tali attività nelle aule scolastiche e negli orari destinati alle normali lezioni, all’insegnamento cioè delle materie oggetto dei programmi della scuola statale, nonché la partecipazione degli alunni a tali riti e pratiche religiose.

  • Lo Stato italiano, pur se non indifferente rispetto al fenomeno religioso, riafferma la propria laicità nell’art. 7 della Costituzione laddove "lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani".
  • Intanto, se certamente l’insegnamento della religione è cultura religiosa (e soltanto esso lo è), altrettanto certamente gli atti di culto, le celebrazioni di riti e le pratiche religiose non sono "cultura religiosa", ma essi sono esattamente il colloquio rituale che il credente ha con la propria divinità, un fatto di fede individuale quindi e non un fatto culturale. Ed infatti lo Stato italiano assicura l’insegnamento scolastico della religione cattolica, proprio perché riconosce il valore della cultura religiosa ed insieme che i principi in particolare della religione cattolica sono parte del patrimonio storico del popolo italiano. Al di là però dell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole dello Stato, non è consentito andare: pertanto, ogni altra attività, squisitamente religiosa (atti di culto, celebrazioni) non è prevista e non è consentita nelle aule scolastiche e meno ancora in orario di lezione e in luogo dell’insegnamento delle materie di programma. Immaginare che il compimento di atti di culto possa rientrare nella categoria e nel quadro delle attività extra scolastiche, oltre a configurare una evidente violazione della legge, significa voler fare entrare dalla finestra ciò che non si può fare entrare dalla porta
  • Gli atti di culto e le celebrazioni religiose si compiono unicamente nei luoghi ad essi naturalmente destinati, che sono le chiese e i templi e non nelle sedi scolastiche, in sedi cioè improprie e destinate alle attività didattiche e culturali, finalità appunto della scuola (art. 9 l. n. 121) ed alla attività educativa di essa. Diversamente ragionando, assisteremmo ad una vera interferenza della Chiesa nell’attività dell’istruzione statale, esclusa e non consentita dalla Costituzione. Una interferenza che addirittura elimina l’insegnamento della materia curricolare e la normale ora di lezione, ad essa sostituendo un atto di culto o la celebrazione di un rito religioso o una visita pastorale, che nulla hanno a che fare con la formazione scolastica dello studente e con la didattica scolastica e che nulla hanno a che fare neanche con l’insegnamento della religione. La chiesa è libera di svolgere queste attività nelle scuole che essa stessa istituisce, non può però svolgerle nelle scuole dello Stato e nell’ambito di esse, e gli organi pubblici che questo consentano commettono senza dubbio una illegittimità.

  • E allora,sign. Ravazzolo,o si ha il coraggio di andare pubblicamente in piazza,a bruciare i fogli della costituzione e si ammette che delle sentenze degli organi giuridici Italiani non si sa'che farsene,o si ammette che nella scuola pubblica di uno stato laico non ci deve essere spazio per atti di fede,qualunque essa sia.

  • Forse per fare il sindaco non e'necessario studiare,alla luce di quello che si evince una blogger qualunque conosce la Costituzione Italiana più dei rappresentanti democraticamente eletti dai cittadini per amministrare la vita delle città e dello stato.
  • E'ciò vorrebbe dire che i rappresentanti istituzionali dello stato Italiano sono degli emeriti ignoranti....ooops
  • I presupposti per espatriare ci sono tutti...

Ok,come blog non e' frequantatissimo,ma io ci provo;
Se qualche libero pensatore lontano dai dogmi dei bigotti d'oltre tevere passasse di qui' dia un occhiata a questo link :
Si tratta di una petizione per l'insegnamento dell'educazione sessuale nelle scuole,dalle medie inferiori,per 1 ora la settimana.
Se passi di qui' firma per favore e' importante!

mercoledì 28 maggio 2008

  • Adesso basta!
  • Questo paese,che ormai non definiro'piu'mio ,troppa la rabbia e la vergogna,esagera sempre di piu',fino a raggiungere vette di ridicolaggine inenarrabili!

  • Avanti spediti verso l'Arabia Saudita Italia.

  • Vai cosi',vedrai come presto riceverai i complimenti vivissimi di Amadinejad.
  • Forza che ci riesci!

  • E'di ieri la notizia che un padre-padrone imbecille,criminale e razzista ha tentato di accoppare il figlio 18enne,perche'talmente debole da non riuscire ad accettarne la sessualita'.
  • E di nemmeno una settimana fa'la notizia che una madre-padrona imbecille,criminale e razzista ha tentato di accoppare la figlia 16enne,perche'talmente debole da non riuscire ad accettarne la sessualita'.
  • Madre che non e'stata denunciata per tentato omicidio,noooo,bensi'per lesoni!lesioni,porca puttana!!come se io avessi preso a calci un tizio a caso per strada.
  • Come se mi avessero dato uno schiaffo.Lesioni porco cane!!

  • Ebbene,apprendo oggi la notizia che fa'precipitare questo aese sempre piu'nel baratro di vergogna ce esso si e'costruito.

  • Il padre quasi assassino e' stato denunciato per "maltrattamenti in famiglia e lesioni".
  • Come se avessi preso a calci un tizio,nemmeno troppo violentemente.Come sein risposta questi mi avesse dato uno schiaffo.

  • Evidentemente per il nostro ordinamento un tentato omicidio da parte di un padre/una madre ai danni di una persona non omologata vale quanto una schiaffo dato da uno sconosciuto.
  • Questo sarebbe il mio paese?

  • questo paese che merita tutto il peggio del peggio della feccia?

  • IO NON SONO ITALIANA!

  • Rinnego tutto.Non voglio pagare le tasse per questo schifo.

  • Non voglio essere considerata alla pari di certe bestie.

  • E non voglio avere a che fare e essere governata da ominidi/bestie che prima di aprire bocca dovrebbero studiare molto,per non farmi fare la figura della deficiente ignorante rispetto al resto del mondo.

  • Dove cazzo e'la Sig.na Carfagna adesso?

  • Come mai non sento la sua voce?

  • Il ministro che dice che i gay non hanno piu'nessun problema,la smettano di lamentarsi.

  • In questo paese conoscono il significato della parola Vergogna?

martedì 27 maggio 2008

Ragazzi quanto mi fa'rabbia questo paese.
Un paese culturalmente arretrato dove succede che in una sola settimana 2 adolescenti vengano accoltellati,da 2 genitori dementi criminali e razzisti,per le loro preferenze sessuali.
Un paese che mentre succede questo permette a un ex nazista e alla sua corte di continuare a seminare odio,intolleranza,violenza contro chi non e'omologato al modello di uomo/donna/famiglia cristiana.
Un paese che mentre succede questo vede un suo ministro affermare sdegnato che non concederà il patrocinio al Gay Pride
"perché oggi l'omosessualità non e'più un problema come quelle piagnone delle associazioni gay vorrebbero fare credere".
Caro ministro,l'omosessualità no di certo,il problema e'l'omofobia.
Adesso prenda un dizionario e cerchi,noterà come oggi,alla luce degli ultimi fatti di cronaca,ci siano gli estremi per considerare la debolezza culturale di molta gente un problema.
Ma tanto non si può mica contraddire il capo del governo vaticano,giusto ministro?
Mi fa'rabbia questo paese e me ne vergogno.
Un paese che non difende i suoi cittadini per star dietro le lamentele di un capo di stato estero...
Detesto questo paese,oggi che come ragazza non posso sentirmi tutelata nei miei diritti,
oggi che come "persona",come essere umano non posso sentirmi protetta e al sicuro perchè per un capo di stato straniero non sono conforme ai suoi valoro.
Dovevamo proprio arrivare a vergognarci con l'intero mondo civile del nostro dannatissimo paese?
L'antica Roma non avrebbe mai permesso che un vaticano qualsiasi le impartisse ordini a bacchetta.
E invece come e'ridotta oggi Roma?
Un covo di missini,dove il neo sindaco di ispirazione leggermente neo fascista invita il papa al campidoglio,per lavare l'onta dell'affronto che un gruppo di studenti Italiani gli hanno fatto,ricordandogli che in Italia il capo di uno stato straniero parla,ma senza essere esente dalle critiche.
Un capo di stato straniero che parla nelle televisioni Italiane piu'del capo di stato Italiano.
E i geni Italiani,gli artisti e gli scienziati?Coloro che hanno fatto la storia di questo paese non riconoscerebbero più quest'Italietta e le rinnegherebbero.
E il periodo del Rinascimento,quando Firenze,con la dinastia De Medici era la città più fiorente del mondo intero?
I De Medici si sarebbero fatti governare dal Vaticano?
I più grandi no di certo,basta pensare a Lorenzo il magnifico.
L'Italia di oggi rappresenta gli uomini,i tanti liberi pensatori che l'Europa le invidiava?
Rappresenta Dante Alighieri,Leonardo Da Vinci,Galileo Galilei,Lorenzo De Medici,,Mazzini?Dove sono i loro eredi?Io vedo solo Berlusconi e Ferrara nei paraggi.
L'Italia oggi ha perso la sua sovranità ormai,e si fa' governare da uno staterello estero,rinnegando tutti coloro che lottarono per rendere questo un paese libero e civile..
Ormai le leggi morali di un altro stato sono diventate le sue leggi civili.
Oggi và fiera delle radici cristiane che per lungo tempo la derubarono della tua capitale,che la rovinarono e la costrinsero a una dura lotta!
Dove sei Italia che pensa?Dov'e' l'Italia di Cavour,Garibaldi?
Ci accontenteremmo di poco.
Ma nonb di un Italia Vaticana.
E'decisamente troppo poco.
Sveglia!

giovedì 22 maggio 2008

Le 30 candeline della 194!

22 Maggio 1978
Soltanto una data per ricordare la conquista di uno dei piu'elementari diritti civili conquistati dalle donne.Il diritto di non sottostare alla logica che le vorrebbe relegate nel ruolo marginale di procreatrici,esseri passivi che non possono avere potere decisionale sul proprio corpo giacche'questo e'di proprieta'di un altrui qualunque,un padre,un marito,un potenziale figlio.La liberta'di sganciarsi dai retaggi sociali e culturali dovuti alla cultura patriarcale e maschilista,che ancora oggi le vorrebbe dedite soltanto alla prosecuzione della specie,alla cura della casa,del marito ecc..Qualcosa cambio'da quel 22 Maggio cosi'importante:le donne presero coscienza di loro stesse,dei loro diritti,della loro dignita'non di donne/mogli-madri ma di donne/esseri umani,che per il solo fatto di essere tali avevano il diritto giuridico di decidere "se" e "quando" sposarsi e diventare madri.Quella data inoltre cancello'quell'alone di peccamosita'che la sessualita'femminile si portava dietro,il "si fa'ma non si dice",mandando in pensione mammane e prezzemolo,e acquisendo il diritto a una libera sessualita'.Inoltre la donna,sempre penalizzata nel confronto lavorativo in confronto all'uomo,da allora poteva decidere di non portare a termine una gravidanza,qualora giudicasse una nascita negativa in un determinato momento non particolarmente roseo dal punto di vista economico,continuando a lavorare per difendere la sua autonomia dal maschio padre-padrone.Una battaglia vinta importantissima dopo quella della riforma del diritto della famiglia nel 1975,quella per il divorzio nel 1970.E dopo 30 anni siamo ancora qui'.A discutere contro chi vorrebbe riportare indietro le lancette dell'orologio,di chi parla di cose che non conosce,di chi si ridicolizza strisciando ai piedi delle gerarchie ecclesiastiche in cambio di ottenere chissa'quale legittimita'politica.Di chi dimentica che oggi il problema e'l'obiezione di coscienza,troppo diffusa negli ospedali che dovrebbero essere "pubblici"e in quanto tale offrire servizi "pubblici",essendo pagati con le tasse di tutti,donne e pro-aborto compresi.Di chi si oppone a un educazione sessuale seria nelle scuole gia'in eta'pre-puberale,che spieghi i rischi,informi sui mezzi per prevenirli e sul loro corretto utilizzo.La battaglia non e'chiusa.Bisogna tenere alta la guardia giacche'la'dovo lo stato e'confessionale i diritti civili non sono mai dati per certi da nessuno.

mercoledì 21 maggio 2008

Lasciai lo stuolo…L’albero, il nido mio,Presi il volo... Lasciai lo stuolo…L’albero, il nido mio,Presi il volo...Lasciai lo stuolo…L’albero, il nido mio,Presi il volo e andai…dove andai…Credevo che il mondo,Avesse rispetto di me,Delle mie ali,Della mia libertà!Guardami, volteggiare…Prima di sparare!Vecchio cacciatore,Ha volato mai? L’hai fatto mai?Da quassù,Scopro te…Scopro il tuo dolore,Il tuo mondo, muore!Risparmiami almeno, pensando che sono…Rimasto da solo anch’io:Lasciami al cielo,All’ultimo volo mio!Fai riposare il fucile,Tutto l’odio ch’è in te…Se mi ascolti cantare, vorrà dire che…Se avrai un sentimento,Un’altra primavera vedrai!Sarai ricco ed immenso…Volerai, anche tu, volerai!!!Guardami, volteggiare…Prima di sparare! (Renato Zero,Non sparare,1980) Firma anche tu per fermare l'uccisione indiscriminata di piccoli uccelli,teoricamente protetti dalla legge,e che invece vengono fucilati dai cacciatori per puro divertimento.http://www.lipu.it/

  • Allora,in questi giorni c'e'davvero di che essere felici,fondamentalisti paladini della vita nascente sacrificatori di quella vivente,reazionari propagatori della legge naturale,cariche istituzionali che tolgono la parola a deputati avversari per non sentire cose scomode,ci sarebbe da che espatriare in Iran e ritenersi fortunati(perlomeno la' la legge sull'aborto e'passata e che io sappia non la vogliono seppellire).Dunque,proprio di aborto voglio parlare.O meglio dell'associazione Giovanni Paolo XVIII,movimento pro-life che,in occasione del 30.anniversario dalla legalizzazione dell'aborto in Italia,con la famosa legge 194,insieme al movimento per la vita prende una posizione molto netta e alquanto offensiva per dignità'e l'autodeterminazione femminile.In sostanza e'questa:la legge 194 non va'modificata,va'abrogata poiché'prevede la soppressione del"più'debole e innocente fra gli esseri umani,il bambino appena concepito".Adesso,se alzerò'un po'troppo il tono non mi si dica che devo stare calma,che non e proprio 'il momento di essere pacati questo.

  • Allora:

  • 1)Antiabortisti andatevene cordialmente Affanculo,o rinchiudetevi in vaticano e dichiaratevi prigionieri politici come i bei tempi antecedenti al fascismo in cui lo faceva il papa.

  • 2)Questa dannata arroganza di considerare un embrione un essere umano e per di più'destinatario di un mai meglio specificato diritto alla vita e considerare invece le donne come uteri con le gambe,esseri passivi e sacrificabili che DEVONO gestare per 9 mesi e dopo partorire non vi fa'onore,tutt'altro,anzi dato che riesco a essere generosa persino con voi,negatori di liberta'e democrazia,vi suggerisco di girare con una maschera,e di vergognarvi.

  • 3)Accettiamo per un attimo l'assurda tesi secondo la quale un embrione e'essere umano dal primissimo momento di vita,a dispetto di tutte le evidenze scientifiche ovviamente;pero'prendiamolo in considerazione un solo attimino.

  • COSA CAZZO CAMBIA?l'utero e'della madre,e'lei che deve decidere avendo la padronanza sul suo corpo.
  • In Italia dall'anno 2005/2006 mi pare e'in atto una legge sulla legittima difesa varata dal governo Berlusconi,per la quale puoi,nel pieno rispetto della legge,prendere a fucilato un uomo che entra in casa tua per svaligiarti.Non sono contraria alla legittima difese,in molti casi e'secondo me lecita(non in tutti)cosi'come sono favorevole all'aborto,che considero legittima difesa contro chi entra nel tuo corpo abusivamente,che vive nel tuo corpo e ruba le tue sostanze nutritive;la considero una cosa quantomeno mortificante,in India qualche anno fa'e'stata proibito l'uso di una carrozzina,l'equivalente del nostro taxi',trascinata sulle spalle da uomini,con la giusta motivazione che"e'lesivo della dignità'umana che un uomo carichi sulle sue spalle un altro uomo".E nel caso di gravidanza indesiderata nessuno alza mai la voce per dire che e'lesivo per la dignità'della donna fungere da "contenitrice"per un altro essere umano?

  • 4)Voi volete cercare di abolire la "nostra"legge 194?e allora preparatevi,perché'sarà'guerra durissima.

SBATTEZZIAMOCI!!

  1. Grazie all'impegno dell'Unione Atei Agnostici Razionalisti puoi uscire ufficialmente dalla chiesa cattolica,cancellando cosi'gli effetti civili del battesimo e non essendo piu'conteggiato fra la percentuale di Italiani cattolici che la chiesa presenta allo stato per condizionarne la vita politica.

Trascrivo parte di un testo tratto da http://www.uaar.it/:

  1. Perche'cancellare gli effetti civili del battesimo?
  • Non certo per fare un contro-rito vendicativo:nessuna associazione laica lo riterrebbe una cosa seria.
Ci sono invece motivi ben piu'importanti per sbattezzarsi:
  • Per coerenza:se non si e'piu'cattolici non vi e'alcuna ragione per essere considerati ancora tali da chi non si ritiene piu'degni della propria stima.
  • Per mandare un chiaro segnale a tutti i livelli della gerarchia ecclesiastica.Per una questione di democrazia:troppo spesso il clero cattolico,convinto di rivolgersi a tutta la popolazione della propria parrocchia,invade la vita altrui(pensiamo alle benedizioni natalizie,o piu'banalmente al rumore prodotto dalle campane).Si crea cosi'una sorta di "imposizione teocratica" e si diffonde la convinzione che bisogna battezzare,cresimare,confessarsi e sposarsi in chiesa per non essere discriminati all'interno della propria comunita'.Abbattere questo muro e'una battaglia essenziale per vivere in una societa'veramente libera e laica.
  • Per la voglia di far crescere il numero di "sbattezzati" contrapponendolo alla rivendicazione cattolica di rappresentare il 97% della popolazione Italiana.Perche'si fa'parte di gruppi "maltrattati" dalla chiesa cattolica:gay,donne,conviventi,ricercatori..._
  • Per rivendicare la pripria identita' nei passaggi importanti della propria vita:Non essere piu'cattolici comporta l'esclusione dai sacramenti,l'esclusione dall'incarico di padrino per battesimo e cresima,la necessita'di una licenza per l'ammissione al matrimonio(misto),la privazione delle esequie ecclesiastiche in mancanza di segni di ripensamento da parte dell'interessato.Significa quindi non dover sottostare alle richieste del proprio futuro coniuge di voler soddisfare la parentela con un rito in chiesa,non vedersi rifilare una estrema unzione(magari mentre si e'immobilizzati),e avere la sicurezza che i propri eredi non effettueranno una cerimonia funebre in contrasto con i propri orientamenti."
"Il catechismo della Chiesa cattolica ricorda (n. 1267 e1269)che il battesimo -incorpora alla chiesa- e il battezzato non appartienepiu'a se stesso[...]percio' e' chiamato[...]a essere"obbediente"e"sottomesso"aicapi della chiesa.- Qualora non lo sia,le autorita'ecclesiastiche sonogiuridicamente autorizzate a richiamare" pubblicamente il battezzato.
  1. Nel 1958il vescovo di Prato defini'"pubblici peccatori c concubini" una coppia dibattezzati sposatasi civilmente.La coppia subi'gravi danni economici,intento'una causa al vescovo e la perse: essendo ancora formalmente cattolici,continuavano a essere sottoposti alla sua autorita'.
Ogni prelato puo' quindi tranquillamente permettersi esternazioni denigratorie nei confronti deibattezzati:perche'rischiare?"
  • Persino per un vantaggio economico:se si e' battezzati e capita di dover lavorare,anche saltuarmiente,in Paesi come la Germania o l'Austria,si finisce per essere tassati per la propria appartenanza alla chiesa cattolica,e in modo assai salato(anche 60 euro al mese su uno stipendio di 2.000 euro...)_
Vai sul sitohttp://www.uaar.it/ per scaricare il modulo di sbattezzo o avere altre informazioni.

martedì 20 maggio 2008

Bene.quando si dice"il buon giorno si vede dal mattino"
Sto'studiando matematica,cerco di mantenere la concentrazione,devo assolutamente recuperare e niente e nessuno riuscira'a deconcentrarmi,determinata;pero'mi arriva un sms sul telefonino,e'la cronaca politica,servizio che ho attivato perche'sono troppo masochista e tuttavia i travasi di bile giornalieri sono un toccasana contro l'apatia che offre il tutto resto,e perche'era gratis la prima settimana e adesso non so'disattivarlo quindi consumo un tesoretto la settimana;ma non divaghiamo troppo in sproloqui contro le compagnie telefoniche e affini,altrimenti i travasi di bile ci sotterrano...allora:
Prima Notizia-Carfagna:niente patrocinio al gay pride;
Istantaneo giro in giostra dei maroni(da non intendersi come il losco figuro che siede il parlamento,anche se a fare un giro in giostra ce lo manderei istantaneamente).
Dunque decido di cercare la lieta notizia su internet,e riporto:
"Il patrocinio al Gay Pride?Non sono orientata a darlo.Non servono,i Gay Pride."
Testuale.
"Penso che l'unico obiettivo di queste manifestazioni sia ottenere il riconoscimento ufficiale delle coppir omosessuali,magari un equiparazione al matrimonio,e su questo certo non posso esser d'accordo"
E anche:
"Sono sepolti i tempi in cui gli omosessuali nivano dichiarati malati di mente"..
Male informata.O in mala fede.Di memoria corta per di piu':Evidentemente l'aggressione al centro di aggregazione e cultura omosessuale"Mario Mieli"non e'forma di discriminazione e di violenza;sono proprio cambiati i tempi;e le svastiche sulla libreria omosessuale""Babele"di milano?
evidentemente non sono un problema,come non lo sono le infami aggressioni a opera di gruppi di fanatici ragazzotti naziskin,gli stessi a cui il governo vorrebbe affidare la sicurezza dei cittadini,istituendo ronde di pazzi armati pronti a fucilare ogni"diverso"che incontrano all'angolo della strada;
e tutti gli illustri vescovi e cardinali che propongono cure per "guarire"dall'omosessualita,e le cliniche-lager sotto la gestione degli ecclesiastici,arrivate anche in italia dopo aver splendidamente esordito in america?
Ma tanto sono sepolti i tempi in cui gli omosessuali venivano dichiarati malati di mente.Certo,come no.
Voglio riportare questo appello apparso su internet nel 2005,l'autore e'Zack Stark,un ragazzo americano di 16anni rinchiuso dai genitori nel centro cristiano"Love in Action" per "guarirlo"(sempre fra virgolette)dall'omosessualita:Ho avuto un lungo colloquio con mio padre e mia madre.Mi hanno annunciato di avermi iscritto a un programma organizzato da estremisti cristiani per i gay.Mi hanno detto che sono una delusione per loro e che la strada su cui mi sono messo non e'quella che dio ha tracciato per me.L'associazione e'un campo militare.Anche se dovessi venirne fuori etero sarei cosi'depresso e instabile che non sarebbe servito a nulla.Non sono uno che si toglierebbe la vita,ma in questo momento non riesco a pensare ad altro".
Le Regole del campo:-Divieto di ascoltare Madonna,Britney Spears,Bach e Beethoven.-I ragazzi possono portare solo l'orologio,le ragazze un solo orecchino per orecchio.-Le ragazze devono indossare solo gonne lunghe o sotto il ginocchio-E'obbligatorio radersi gambe e ascelle 2 volte la settimana-Obbligo di dormire con indosso una maglietta a maniche lunghe.-E'vietato ogni genere di contatto fisico,sono ammesso soltando strette di mano,o una pacca sulla spalla che pero'non puo'assolutamente somigliare a una carezza-Ogni ragazzo e'obbligato a tenere un diario chiamato"inventario morale"su cui descrivere la sua vita giornaliera e la sua"lotta"contro le attrazioni per persone dello stesso sesso nel corso degli anni.Diario che deve essere letto poi durante gli incontri di gruppo.-Non si puo'chiudere nessuna porta.-Non si puo'restare in bagno per piu'di 15minuti.-Divieto assoluto di instaurare rapporti di amicizia.-Proibiti internet e tv.-Ogni ragazzo e'tenuto a riferire se un altro ragazzo ha atteggiamenti contrari alle regole"quelle citate e non citate".-I ragazzi sono costretti a partecipare alle funzioni religiose,e devono tenere un comportamento sempre grato sorridente e riconoscente .Ogni mattina i ragazzi sono ispezionati,gli oggetti personali controllati.-Ovviamente divieto di parlare delle regole del lager.-
Tutto questo anche in Italia.
Ma tutto questo non e'violenza,non e'discriminazione,non e'un problema ovviamente.In fondo"le coppie omosessuali sono costituzionalmente sterili"
(parole della ministra ex ragazza immagine naturalmente.)
E scommetto che in questo paese saranno ben poche le voci che ricorderanno alla sign.na Carfagna queste voci della Costituzione Italiana:
Art.29:Il matrimonio e'ordinato sull'eguaglianza morale e giuridica dei CONIUGI,con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unita'familiare.Parla di"coniugi",non di uomo e donna.Art.3:Tutti i cittadini hanno pari dignita'sociale e sono uguali di fronte alla legge,senza distinzioni di sesso,di razza,di lingua,di religione,di opinioni politiche,di"condizioni personali e sociali".
La Costituzione Italiana,non cronache da un altro mondo(Stendo un velo pietoso su quel"condizioni personali e sociali"suona di compassionevole e molto puritano).
In Italia c'e'gente che straccia la Costituzione per i propri convincimenti
personali.
E'tristissimo.Tristissimo che gente che ha paura ci governi."Paura"di chi non si conosce,di chi non e'della tribu',non fa'parte del clan,di chi e'piu'libero perche',anche se con qualche difficolta'in piu',riesce a"gestirsi"
Capacita'che evidentemente questi burocrati non hanno,quando dicono che l'ufficializzazione delle coppie gay provocherebbe"un proliferarsi del"vizio",porterebbe a una"crisi morale"del paese,all'estinzione del genere umano"Che schifo...

Operazione antidroga in tutta Italia.
In manette affiliati alla'ndrangheta
Maxioperazione anti 'ndrangheta, compiuta oggi dalla Polizia in diverse regioni italiane. Nel corso del blitz sono state eseguite 48 ordinanze di custodia cautelare, contro presunti appartenenti a un clan affiliato alle "famiglie" della locride, e coinvolto nel traffico internazionale di droga.
I provvedimenti restrittivi eseguiti sono stati emessi dal GIP di Reggio Calabria su richiesta della Dda. L'indagine, avviata agli inizi del 2005, ha consentito di far luce su un'organizzazione criminale i cui esponenti, alcuni dei quali appartenenti alla cosca dei Cataldo di Locri, avevano costituito in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna una fitta rete di affiliati, per smerciare cocaina, eroina e marijuana. La droga veniva importata dalla Colombia e dal Marocco da esponenti della cosca Sergi-Marando di Platì. Le persone coinvolte nell'operazione sono accusate di associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L'organizzazione, secondo quanto è emerso dalle indagini, aveva ramificazioni in tutta Italia. Arresti sono stati eseguiti, oltre che in Calabria, in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e in altre regioni. http://www.repubblica.it
Vivendo a Reggio Calabria,sono felice di essermi accorta che qualcosa si sta'muovendo.
Prima di n'drangheta non si sentiva nemmeno parlare,adesso fortunatamente sta'venendo fuori,negli ultimi tempi ci sono stati diversi blitz di polizia,e per le cosche di calabresi la vita e'certamente meno facile,pero'permettetemi di dire che non capiro'MAI perche'questo stato non voglia togliere alle organizzazioni criminali le loro principali fonti di reddito,droga e prostituzione ovviamente
(tra l'altro con comprensibili vantaggi economici).
Come?Legalizzandole e regolarizzandole,ovviamente.Rendendo la vita ancora piu'dura alle cosche.
Il quadro e'questo:Droghe leggere legalizzate,controllate prima di essere vendute nei tabacchini.
Droghe pesanti regolarizzate,controllate(per evitare siano tagliate male o con sostanze ancora piu'pericolose)prima di essere vendute a maggiorenni in appositi spazi(un po'i koffee shop olandesi),naturalmente previa certificazione di identita',con un documento che garantisce il riserbo e la privacy del consumatore ma allo stesso tempo permette di avere dei dati precisi e di avere una maggiore sicurezza.
Prostituzione regolarizzata,niente piu'ragazze in strada ma in locali appositi,dove il cliente presenta un documento di identita'per garantire la sicurezza ma che non intaccherà'la sua privacy e linea durissima per gli aguzzini naturalmente.
La n'drangheta la mafia la camorra fanno schifo,come fanno schifo i gruppi di criminalita'non organizzata,allora perche'non attaccare alle radici del problema?perche'bisogna sempre fare i moralizzatori?per essere sempre piu'papisti del papa?
perche'se una peccatrice viene strangolata non importa niente a nessuno?
Come a nessuno importa che un ragazzino di 16anni che puo'andare a finire in galera per uno spinelloci rimanga secco perche'la droga potrebbe essere tagliata con sostanze mille volte piu'pericolose.
E come non importa a nessuno se intanto i gruppi di criminalita'organizzata o no continueranno a ingrassare,diventando sempre piu'ricchi e potenti sulle vite e i destini di esseri umani poco avveduti,o fortunati.E'il nostro paese signori...