martedì 27 maggio 2008

Ragazzi quanto mi fa'rabbia questo paese.
Un paese culturalmente arretrato dove succede che in una sola settimana 2 adolescenti vengano accoltellati,da 2 genitori dementi criminali e razzisti,per le loro preferenze sessuali.
Un paese che mentre succede questo permette a un ex nazista e alla sua corte di continuare a seminare odio,intolleranza,violenza contro chi non e'omologato al modello di uomo/donna/famiglia cristiana.
Un paese che mentre succede questo vede un suo ministro affermare sdegnato che non concederà il patrocinio al Gay Pride
"perché oggi l'omosessualità non e'più un problema come quelle piagnone delle associazioni gay vorrebbero fare credere".
Caro ministro,l'omosessualità no di certo,il problema e'l'omofobia.
Adesso prenda un dizionario e cerchi,noterà come oggi,alla luce degli ultimi fatti di cronaca,ci siano gli estremi per considerare la debolezza culturale di molta gente un problema.
Ma tanto non si può mica contraddire il capo del governo vaticano,giusto ministro?
Mi fa'rabbia questo paese e me ne vergogno.
Un paese che non difende i suoi cittadini per star dietro le lamentele di un capo di stato estero...
Detesto questo paese,oggi che come ragazza non posso sentirmi tutelata nei miei diritti,
oggi che come "persona",come essere umano non posso sentirmi protetta e al sicuro perchè per un capo di stato straniero non sono conforme ai suoi valoro.
Dovevamo proprio arrivare a vergognarci con l'intero mondo civile del nostro dannatissimo paese?
L'antica Roma non avrebbe mai permesso che un vaticano qualsiasi le impartisse ordini a bacchetta.
E invece come e'ridotta oggi Roma?
Un covo di missini,dove il neo sindaco di ispirazione leggermente neo fascista invita il papa al campidoglio,per lavare l'onta dell'affronto che un gruppo di studenti Italiani gli hanno fatto,ricordandogli che in Italia il capo di uno stato straniero parla,ma senza essere esente dalle critiche.
Un capo di stato straniero che parla nelle televisioni Italiane piu'del capo di stato Italiano.
E i geni Italiani,gli artisti e gli scienziati?Coloro che hanno fatto la storia di questo paese non riconoscerebbero più quest'Italietta e le rinnegherebbero.
E il periodo del Rinascimento,quando Firenze,con la dinastia De Medici era la città più fiorente del mondo intero?
I De Medici si sarebbero fatti governare dal Vaticano?
I più grandi no di certo,basta pensare a Lorenzo il magnifico.
L'Italia di oggi rappresenta gli uomini,i tanti liberi pensatori che l'Europa le invidiava?
Rappresenta Dante Alighieri,Leonardo Da Vinci,Galileo Galilei,Lorenzo De Medici,,Mazzini?Dove sono i loro eredi?Io vedo solo Berlusconi e Ferrara nei paraggi.
L'Italia oggi ha perso la sua sovranità ormai,e si fa' governare da uno staterello estero,rinnegando tutti coloro che lottarono per rendere questo un paese libero e civile..
Ormai le leggi morali di un altro stato sono diventate le sue leggi civili.
Oggi và fiera delle radici cristiane che per lungo tempo la derubarono della tua capitale,che la rovinarono e la costrinsero a una dura lotta!
Dove sei Italia che pensa?Dov'e' l'Italia di Cavour,Garibaldi?
Ci accontenteremmo di poco.
Ma nonb di un Italia Vaticana.
E'decisamente troppo poco.
Sveglia!

Nessun commento: